space
Novità
Nuovi arrivi a catalogo
 

Scheda prodotto: 9943910 - LA CAPPELLA DI FAMIGLIA e altre storie di Vigata (VARIA - VARIA).

9943910 - LA CAPPELLA DI FAMIGLIA   e altre storie di Vigata
9943910 - LA CAPPELLA DI FAMIGLIA   e altre storie di Vigata
LA CAPPELLA DI FAMIGLIA e altre storie di Vigata
La cronaca contorta e pazza di Vigàta è uno spinaio di furfanterie, sgangheratezze, deliramenti, e intrichi d'amore: un intreccio di balordaggini pubbliche e di magnifiche stolidezze private. Nel villaggio, l'innocenza è spesso un candore temerario, un'allucinazione; e l'onestà è il capolavoro di falsari della morale e del buonsenso caritativo. Lo stesso crimine è un refuso dell'intelligenza, una morbida beffa. E la tristezza nuda di un cimitero si presta agli esercizi di un petrarchismo peloso versato nel corteggiamento di una Lauretta in abiti vedovili e alla resa dei conti tra parenti. Il camposanto diventa una gremita e agitata piazza d'armi e d'amori. Ci si mette anche il caso, che porta a rovescio ciò che si vorrebbe fosse il dritto. Le apparenze ingannano. E la realtà contempla situazioni che proliferano. Gli amori clandestini fanno sì che si formino collezioni di famiglie. La strampalatezza eccitabile è una corrente elettrica incontrollata: accende reazioni a catena, contagi come da 'epidemia'; assurdità ossimoriche del tipo: 'Un morto si reca all'obitorio ma cade strada facendo'. Un dono di natura è capace di distorcere un'intera vita, e trasformare l'eletto in una 'macchina' digerente, priva di 'cuore', di 'cervello', di funzioni sessuali. L'arco cronologico è lungo. Va dal 1862 al 1950, dopo avere attraversato l'aria viziata di stupidità e dissennatezza del ventennio nero." (Salvatore Silvano Nigro) La cappella di famiglia di Andrea Camilleri è il quarto volume delle Storie di Vigata, un libro in cui il grande scrittore siciliano ritrova la felicità della scrittura. Il papà del Commissario Montalbano si diverte così a scoperchiare la vita borghese, a guardare dentro alle case e a diventare un piccolo luciferino, un Asmodeo che scoperchia i tetti delle abitazioni. La raccolta di queste storie ambientate in una Vigata tra Ottocento e Novecento trae linfa vitale dalla memoria dello scrittore, da fatti realmente accaduti nella sua terra o dai suoni rivoluzionari che una volta la abitavano. I racconti sono stati scritti di getto, nella consueta lingua usata e inventata da Camilleri per definire il suo mondo: una Sicilia immaginaria e immaginifica. E’ toccato poi agli editori dividerli in quattro volumi, ambientati in tempi molto lontani uno dall’altro. La cappella di famiglia è così l’ultimo sipario in quell’intervallo di tempo dove personaggi diversi si muovono tra trame, momenti noir o semplicemente ritratti di famiglia. Sono otto racconti che hanno la vena intima e politica insieme, dove i rapporti personali collimano con le passioni civili, dove la voglia di rivoluzionare la propria vita si sposa a quella necessaria di rivoluzionare la propria terra. Andrea Camilleri la sente ancora questa necessità che traspare forte e scorre in La cappella di famiglia. La musicalità della lingua da lui inventata, di suoni nuovi e antichi si declina con l’impetuosità di una rivolta. Leggere questo romanzo diventa così autentica passione e necessità. Note su Andrea Camilleri Andrea Camilleri nasce a Porto Empedocle il 6 settembre 1925. Dopo una breve esperienza di studi presso il collegio vescovile, dove viene espulso per il comportamento poco disciplinato, ottiene la maturità classica nel maggio del ‘43 presso il Liceo Empedocle di Agrigento, pur non sostenendo gli esami di maturità in quanto il preside della scuola decise che sarebbe stato sufficiente lo scrutinio, visto l'imminente sbarco in Sicilia
EAN:

Condizione: Nuovo;
€ 0,00 
Prodotti più visti